Un patrimonio di tutti

Cos’è l’innovazione? Risulta ormai chiaro che si tratta di una parola sempre più inflazionata, spesso abusata, il più delle volte fraintesa.

Orange Romance vuole dare voce ai protagonisti di tutti i giorni, a chi è testimone, spesso silenzioso, di un mondo che cambia e con esso i suoi abitanti.

L’inquinamento urbano, l’incontrollato sfruttamento delle risorse energetiche, l’invecchiamento della popolazione, l’aumento della povertà e la disoccupazione, sono solo alcuni dei principali problemi ai quali è chiamata a rispondere l’innovazione. Affrontarli significa uniformare, almeno a livello comunitario, le azioni delle realtà territoriali e, parallelamente, offrire loro gli strumenti frutto dell’esperienza sul campo degli esperti di settore.

Fino a questo momento è stato compiuto metà del lavoro, la tecnologia è disponibile, le città si stanno attrezzando per rispondere alle necessità di una popolazione che evolve, anche nelle problematiche sociali.

Quello che manca è appunto la condivisione di un ecosistema in grado di andare oltre la pura semplificazione della vita delle persone; fino a dove arriverà la scienza e dove si vorrà invece fermare l’uomo di sua volontà? Cosa spaventa baby boomer e millenial?

In questo percorso di ricerca mi sono reso conto della complessità di un tema che, almeno personalmente, suscita interesse e curiosità. “Smart” nell’immaginario comune è sinonimo di innovazione, io con questo progetto ho voluto fare un passo indietro, perché la tecnologia da sola non è nulla senza la componente umana.

Cito Henry Ford, secondo il quale “c’è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia diventano per tutti”.

Lo sviluppo sostenibile è spesso la ratio che muove la maggior parte delle iniziative “smart”, tuttavia la novità portata da progetti di questo tipo risulta fine a se stessa se non è accompagnata da una diffusione regolata in modo chiaro, comprendente finalità come inclusione sociale e solidarietà, così da garantire sviluppi duraturi.

Siamo parte tutti dello stesso romanzo, io ho scelto di colorarlo del mio colore preferito, l’arancione. Il colore di molti tramonti, il colore dell’allegria e dell’apertura verso gli altri. Orange Romance vuole essere un patrimonio di tutti, da colorare e riempire ogni giorno con le nostre scelte, mettendo sempre al primo posto la nostra componente umana.